500 anni de La Habana

La Habana, capitale de “La Isla Grande”, si prepara a festeggiare i 500 anni della sua fondazione (1519 – 2019), La Habana, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco, si sta preparando per celebrare il suo anniversario, il 16 novembre 2019.
Già ha iniziato in occasione della Biennale dell’arte alternativa che si è svolta tra aprile e maggio 2019, si è adornata di creazioni multicolori, murales, dipinti, sculture di tantissimi artisti provenienti da circa 50 paesi nel mondo. Un’arte in movimento, colorata, viva e allegra com’è questa meravigliosa città con la sua gente.
Il Malecon, arricchito dall’arte insieme al sole, alle onde del mare e alle macchine anni ’50, è prezioso e ogni sua parte ti invita a fermarti per apprezzare questa arte nuova, giovane e creativa.
Tante strade e piazze sembrano veramente delle gallerie d’arte all’aperto, con queste opere che rendono La Habana ancora più meravigliosa, insieme alla musica che esce dalle finestre delle case, dai negozi, dai ristoranti, insieme ai gruppi di strada che cantano e ballano la vita di tutti i giorni e che accompagnano chiunque si trovi lì.
In occasione di questo anniversario, già da qualche anno, sono iniziati lavori di restauro ad esempio del Capitolio, create aree verdi, restaurati palazzi, sono stati costruiti nuovi, lussuosi e moderni hotel con piscine a sfioro panoramiche che contrastano meravigliosamente con l’architettura tipica della citta Hermosa.
Un’occasione per visitare La Habana, per chi non l’ha mai vista e di ritornare per chi già la conosce per vivere un programma ampio, tanti eventi di cultura, letteratura, musica, concerti di grandi gruppi cubani, spettacoli folcloristici e balli come sanno fare solo loro che la musica ce l’hanno nel sangue.
La Habana Meravigliosa, Preziosa, Ricca, Colorata, Allegra, Multicolore, y Loca come la sua gente che è pazza di lei, è da non perdere.
La canzone “Locos por mi Habana” di Manolito y su Trabuco rende l’idea. Ascoltatela, ballatela nelle strade de La Habana con una Cervecita o un poco di Ron e lasciatevi andare ad altri tempi sconosciuti ma in contatto con l’alternativo, il nuovo, il gusto e la modernità.


La Habana